Che cosa é la Terapia per Expats

Share Button

La Terapia per Expats é il nome della mia pratica professionale di psicologo per italiani ed expats che vivono delle difficoltá nel loro processo di integrazione in Olanda. Mi occupo nello specifico di dare sostegno psicologico per problematiche  emotive (quali ansia, depressione o conflitti), delle relazioni affettive (sedute individuali e di coppia), della sessualitá e delle dipendenze.

Che cosa é l'Expat Therapy

Photo by FreeDigitalPhotos user khunaspix

Si tratta di un processo terapeutico di trasformazione che ti consente di uscire da situazioni in cui ti senti bloccato, di aprire nuove prospettive nella tua vita e di diventare piú creativo, sensibile e vitale.

“Expat” sta ad indicare una persona che vive in un paese diverso dalla madre-patria. Si riferisce anche, secondo me, ad un modo di vivere basato sul viaggiare, sull’ incontrare nuove persone e sul ricercare opportunita’ di vita migliori. Sono anche io un expat, ho vissuto e vivo le stesse tue esperienze di adattamento ad un diverso contesto culturale. La mia pratica lavorativa si basa su questa comune esperienza di vita integrata con la mia formazione professionale.

“Terapia” indica la mia pratica professionale. Essa é determinata dai miei studi, training ed esperienze lavorative a proposito di processi migratori, espressione delle emozioni, relazioni e sessualitá, sviluppo della creativitá e meditazione.  Questo modo di lavorare é il risultato anche delle esperienze di vita che ho avuto viaggiando per il mondo. Nella mia pratica professionale adotto un approccio che integra tecniche terapeutiche, creativitá e meditazione (per approfondire si veda, Come lavoro).

PathLa Terapia per Expats si basa su una prima seduta in cui iniziamo a conoscerci e valutiamo come ti posso aiutare.

Successivamente iniziamo un percorso insieme che chiamo Programma di Base: sette sedute in cui definiamo la situazione che vuoi cambiare, l’obiettivo che ti prefiggi e iniziamo una strategia terapeutica appropriata. Si tratta di un processo di “grounding”, ovvero di radicamento rispetto ai tuoi bisogni piú importanti.

Durante l’ottava seduta verifichiamo insieme i risultati del programma di base e se e’ necessario continuare lavorando piu’ in profondita’ sulla tua problematica, affrontando un’altra tua situazione di vita ed esplorando nuovi lati di te stesso. Il numero delle sedute, la frequenza e la strategia terapeutica verrano determinate in base ai tuoi bisogni.

Se stai vivendo un momento difficile nella tua vita e hai bisogno di supporto, contattami

Alcuni articoli rappresentativi del mio modo di lavorare: Un problema chiamato “Felicitá”, Il TAO del dolore emotivo, La vita fuori dalla comfort zone